Differenza tra guanciale e pancetta

Se sei un cultore della pasta alla carbonara allora certamente storceresti il naso se ti servissero questa ricetta con la pancetta anziché il guanciale! Spesso si fa confusione tra guanciale e pancetta e spesso si opta per la pancetta per via della sua facile reperibilità e del suo costo più contenuto. Ma sono decisamente due prodotti diversi.
Vediamo di chiarire le cose.

La prima cosa che differenzia la pancetta dal guanciale lo dice il nome stesso: sono due tagli di carne diversi.
La pancetta, infatti, si ricava dalla pancia del maiale, mentre il guanciale dalla guancia.

La seconda differenza sta nella lavorazione che subiscono i due tagli di carne.

Lavorazione della pancetta

Dopo essere stata salata ed insaporita con diverse spezie, la pancetta viene messa a stagionare in un luogo fresco e asciutto. Dopo la stagionatura (che può variare da alcune settimane ad alcuni mesi) la pancetta può subire ulteriori lavorazioni (ad esempio l’affumicatura) per diventare prodotto finito.

Lavorazione del guanciale

Il guanciale, che come abbiamo detto si ottiene dalla guancia del maiale, è più saporito della pancetta e richiede una stagionatura di almeno tre mesi, durante i quali i tagli di carne acquistano un sapore intenso e formano una leggera e croccante “crosticina” esterna.

Trattandosi di due tagli di carne differenti anche l’apporto nutrizionale è diverso tra i due prodotti: il guanciale infatti è decisamente più grasso e calorico.


Condividi
, ,

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami