Differenza tra allergia e intolleranza

Allergie e intolleranze non sono la stessa cosa. Ecco perchè.


Cosa sono le allergie

L’allergia ad un alimento (o allergia alimentare) è sostanzialmente la reazione del sistema immunitario all’assunzione di un determinato alimento (o di alcune sostanze che sono contenute in quel cibo).

Che cosa succede quando un organismo è allergico ad un alimento

Il cibo ingerito provocherà una reazione con alcuni nostri anticorpi (es. IgE, Immunoglobuline E) e ciò provocherà il rilascio di una sostanza, l’istamina, che è di fatto la responsabile dei sintomi tipici di tutte le reazioni allergiche.

Cosa sono le intolleranze

Al pari delle allergie, le intolleranze alimentari sono reazioni avverse all’assunzione di un determinato alimento con diversi gradi di gravità, anche se mai fatali.
Come le intolleranze, anche le allergie provocano a volte il rilascio di istamina.

Nella maggioranza dei casi, l’intolleranza è dovuta ad una carenza di enzimi oppure all’azione nociva di alcuni cibi nei riguardi delle pareti intestinali.
Se si tratta di carena di enzimi, la persona intollerante avrà difficoltà a digerire alcuni tipi di alimenti (es. il latte vaccino).
Questo è dovuto essenzialmente al calo naturare dell’enzima lattasi durante la crescita; la sua efficienza è massima alla nascita per andare via via riducendosi con l’età.
Nel secondo caso, l’azione nociva è dovuta ad una proteina presente in molti cereali, il glutine.
Quando un organismo è intollerante al glutine, la sua ingestione provoca gravi alterazioni alle mucose che proteggono il tratto alimentare, con serie difficoltà ad assorbire i nutrimenti presenti.

Leggi anche: 4 colazioni salutari per le persone che odiano la colazione

Conclusioni

Per concludere possiamo dire che per intolleranza si intende la reazione anomala dell’organismo ad una sostanza contenuta in determinati alimenti, senza l’intervento del sistema immunitario.
Questa reazione è commisurata alla quantità di alimento ingerito.
Per allergia si intende invece la reazione anomala del sistema immunitario che reagisce con la produzione di anticorpi, come se avessimo ingerito un veleno.
Per questa ragione, l’allergia può presentarsi con sintomi molto gravi e sfociare addirittura nello shock anafilattico.

Riguardo la diffusione, le allergie alimentari sono più comuni nei primi 3 anni di vita, anche se si possono presentare a qualsiasi età.
In relazione agli alimenti che possono causare allergie quelli maggiormente responsabili sono: latte vaccino, uova, soia, grano, arachidi, noci, pesce e molluschi.
In relazione alla diffusione si è visto che la più comune allergia alimentare nei bambini è quella al latte vaccino, seguita dalle uova e dalle arachidi.

intolleranza al glutine

Le intolleranze alimentari sono quindi strettamente correlate alla quantità dell’alimento ingerito e può essere più o meno grave a seconda della sensibilità del soggetto intollerante, senza però mai mettere a rischio la vita della persona.
Le allergie, invece, potendo addirittura sfociare in uno shock anafilattico, rappresentano un pericolo maggiore rispetto alle intolleranze.

Guarda anche

Tutte le differenze dalla A alla Z

0 0 votes
Article Rating
Condividi
, , , , , , ,
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments