Cosa significa

Ti sei mai chiesto: “ma cosa significa quell’acronimo o quella parola?”

Scopri il significato di tante parole e abbreviazioni di uso comune!

Cosa significa Eskere

Cosa significa Lol

 

Cosa significa Namasté

Significato Tassonomia

Significato OMG



Cosa significa Taggare

 

Cosa significa Hashtag

 

Significato Yolo

 

Cosa significa Whatsapp

 

Significato #TBT

 



Significato BFF

 

Significato BAE

 

Significato Cool

 

Significato ACAB

 

Significato Imao

 



Cos’è un Meme

 

Spam

Cosa sono le pare?

Altri significati in breve

Accidia: 
L’accidia o acedia è l’avversione all’operare, mista a noia e indifferenza.
Nella morale cattolica, l’accidia è la negligenza nell’esercizio della virtù necessaria alla santificazione dell’anima; si tratta di uno dei sette vizi (o peccati) capitali (anche se secondo la Bibbia non esistono peccati capitali e altri di altra natura).

Allegoria: 
Figura retorica per mezzo della quale si può ravvisaqre un concetto diverso da quello letterale espresso dall’autore (ad es. in un libro, un quadro o una scultura).

Amarcord: 
voce dialettale romagnola (‘mi ricordo’), che si ritrova anche con impieghi non verbali e significa profondità o ironia o nostalgia di ricordi.

Apatia: 
Incapacità abituale o prolungata di provare interesse o partecipare a situazioni che coinvolgono la sfera emotiva, affettiva o intellettiva.

Apolide: 
Persona emigrata all’estero, che non ha alcuna cittadinanza, perché priva di quella di origine e non in possesso di un’altra.

Arrogante: 
colui che assume atteggiamenti di superiorità e aspramente autoritari; insolente, prepotente, tracotante.

Calipso: 
Danza originaria delle Antille, in quattro quarti e di andamento moderato; anche, genere di canzone e stile di canto.

Campo sematico:
Per campo semantico si intende, in linguistica, l’area di significato coperta da una parola o da un gruppo di parole in stretta relazione di significato.
In breve il campo sematico è un insieme di termini che hanno un significato simile e sono strettamente legati tra loro. In genere si tratta di sinonimi.

Chapeau: 
è una parola francese che significa “cappello”.
In italiano si usa come interiezione, esclamazione di apprezzamento, di ammirazione, dinanzi a prestazioni altrui di alta qualità, spesso anche con tono ironico; corrisponde alla locuzione italiana tanto di cappello.

Cinico:
Chi mostra disprezzo o insensibilità per ogni valore e sentimento umano.
Essere cinici: avere un comportamento indifferente ai sentimenti e alla morale comune.

Clochard: 
termine in uso nella lingua francese che significa senzatetto, vagabondo, barbone.

Coatto: 
– Imposto per forza o per provvedimento di una pubblica autorità.
– In romanesco, persona dai modi tutt’altro che raffinati.

Crush: 
è un termine inglese che significa schiacciare.

Dicotomia:
Rigida divisione o suddivisione in due parti.
In filosofia, la derivazione logica da un concetto di due nuovi concetti, che esauriscano l’estensione del primo.

Distopico: 
In ambito medico, che si treova in posizione anomala rispetto alla sua sede normale, ad esempio un organo.
Distopia può essere intesa anche come l’opposto di utopia.

Eclettico: 
colui che si interessa e si dedica a svariate attività con successo.
Avere una mente eclettica, ovvero aperta e recettiva.

Effimero: 
Transitorio, di breve durata, labile, caduco.

Egemonia:
Preminenza (imposta, riconosciuta o tollerata) di uno stato nei confronti di uno o più altri.
Supremazia, preminenza assoluta nella direzione, guida politica o culturale.

Empatia:
– In psicologia, la capacità di porsi in maniera immediata nello stato d’animo o nella situazione di un’altra persona, con nessuna o scarsa partecipazione emotiva.
– Nella critica d’arte e nella pubblicità, la capacità di coinvolgere emotivamente il fruitore con un messaggio in cui lo stesso è portato a immedesimarsi.

Epifania: 
Letteralmente significa apparizione o manifestazione.
Nella tradizione cristiana è la manifestazione della divinità in forma visibile, ovvero la rivelazione della divinità di Gesù ai Tre Magi in visita a Betlemme. 
Il giorno commemorativo è il 6 gennaio.
Vedi anche auguri divertenti per la befana.

Eresia: 
dottrina che si oppone direttamente e contraddittoriamente a una verità rivelata e proposta come tale dalla Chiesa cattolica.
Per estensione l’eresia è anche una opinione erronea, assurda, insostenibile, sovversiva e scandalosa. 

Esegesi: 
Spiegazione di un testo (giuridico, letterario o sacro) basata sul suo studio critico.

Etica: 
Dottrina o indagine speculativa intorno al comportamento pratico dell’uomo di fronte ai concetti fondamentali del bene e del male.
Per etica si intende comunemente anche la morale.

Eufemismo: 
è la sostituzione di un’espressione propria e abituale con una attenuata o alterata, suggerita da scrupolo morale o religioso: per es. alienato al posto di pazzoandarsene al posto di morire…

Hakuna Matata: 
si tratta di una locuzione swahili, di uso estremamente comune in molte regioni dell’Africa centro-orientale (in particolare nella zona di Kenya e Tanzania) che significa “non ci sono problemi” o “senza pensieri”.

Ineluttabile:
Un qualcosa contro cui non si può lottare, imposto da una tragica e fatale necessità; inesorabile, inevitabile. Ad esempio si dice “un destino ineluttabile”.

Ipocondria: 
Atteggiamento psichico caratterizzato da una costante apprensione per la propria salute e dall’ansiosa o addirittura ossessiva tendenza a sopravvalutare i minimi disturbi.
Ipocondriaco è colui che pensa di ammalarsi per qualsiasi inezia.

Ipocrita:
L’ipocrisia è un atteggiamento, comportamento o vizio di una persona che volontariamente finge di possedere credenze, opinioni, virtù, ideali, sentimenti, emozioni che in pratica non possiede.
L’ipocrita è quindi quella persona che tenta di ingannare altre persone dissimulando ciò che realmente pensa o è.

Istanza:
Richiesta fatta pervenire a una pubblica autorità, allo scopo di provocarne l’intervento o l’interessamento nei limiti e nei modi prescritti dalla legge.

Laconico: 
si dice di persona che si esprime concisamente, succinto, di poche parole.

Laico: 
– Credente cattolico non appartenente allo stato ecclesiastico (contrapposto a chierico).
– Contrapposto a confessionale, colui che nel campo della propria attività rivendica un’assoluta indipendenza e autonomia di scelte nei confronti della Chiesa cattolica o di altra confessione religiosa.

Loquace: 
Che parla molto, di facile parole, chiacchierone.

Mentore: 
Consigliere saggio e fidato, cui è riconosciuta una sorta di autorità paterna.

Messaline:
La messalina è una donna dissoluta e depravata.

Metafora: 
è la sostituzione di un termine proprio con uno figurato, in seguito a una trasposizione simbolica di immagini.
Ad esempio: le spighe ondeggiano (come se fossero un mare); il mare mugola (come se fosse un essere vivente); il leone è il re della foresta (come se il leone fosse un uomo).

Misantropo: 
Colui che è affetto da sentimenti e atteggiamenti di avversione nei confronti degli altri, caratterizzati dall’ostinato (e talora morboso) rifiuto verso i rapporti sociali e dalla ricerca di solitudine.
Misantropia: mancanza di socievolezza e di cordialità. Sinonimo: scontrosità.

Misogino: 
colui che soffre di repulsione o di avversione nei confronti delle donne.

Mood: 
Mood è un termine di derivazione inglese che significa umore.
Affrontare sempre tutto con il giusto “mood”.

Nemesi: 
Nemesi è un termine più specifico di punizionevendetta o castigo. Indica la giustizia riparatrice, che ricade sui discendenti dei responsabili di un torto, di una ingiustizia, o di un delitto.
Le sue vittime possono essere stirpi familiari, popolazioni o addirittura nazioni.

Nerd: 
giovane di modesta prestanza fisica e dall’aspetto insignificante, che compensa la scarsa avvenenza e le frustrazioni che ne derivano con una passione ossessiva e una notevole inclinazione per le nuove tecnologie.
Il tipico studente secchione, un pò ingobbito, con i fondi di bottiglia al posto degli occhiali 🙂

Ossimoro: 
l’ossimoro è una figura retorica che consiste nell’accostamento di due termini di senso contrario o comunque in forte antitesi tra loro.
Ad esempio: disgustoso piacere, illustre sconosciuta, silenzio assordante, lucida follia, ghiaccio bollente.

Paradigma: 
Modello di riferimento di valore fondamentale.

Parafrasi:
– Esposizione di un testo con parole proprie, spesso accompagnata da sviluppi o chiarimenti. Es. “fare la parafrasi di una poesia di Ungaretti”
– In musica, amplificazione e rielaborazione di una melodia musicale preesistente, vocale o strumentale.

Pleonastico: 
superfluo. Il Pleonasmo è un’espressione per cui si ha un’aggiunta di parole o elementi grammaticali non necessari, ma ritenuti erroneamente esplicativi di un’espressione già compiuta dal punto di vista informativo e sintattico.

Pragmatico: 
Caratterizzato, ispirato o promosso dal prevalere di atteggiamenti o interessi pratici su quelli teoretici. Nel linguaggio comune una persona pragmatica è una persona concreta che bada ai fatti.

Previo: 
questo termine si usa per indicare la necessità che si realizzino delle  condizioni preliminari.
Es.: è possibile accedere al circolo previo versamento della quota associativa; previo accordoprevio assensoprevia lettura.

Refuso: 
errore di stampa dovuto a uno scambio o a uno spostamento di caratteri, quindi per estensione il refuso è un errore tipografico.

Resilienza:
– Capacità di un materiale di assorbire un urto senza rompersi.
– In psicologia, la capacità di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà.

Retorica: 
la retorica è l’eloquenza come disciplina del parlare o dello scrivere, fondamento di gran parte dell’educazione letteraria dall’antichità classica fino a un’età molto recente.
In tempi moderni si tratta dell’atteggiamento dello scrivere o del parlare, o anche dell’agire, improntato a una vana e artificiosa ricerca dell’effetto con manifestazioni di ostentata adesione ai più banali luoghi comuni.

Sarcasmo: 
Ironia amara, espressione di insoddisfazione personale o di compiacimento nell’umiliare gli altri.
Si dice: parole piene di sarcasmo, fare del sarcasmo.

Sinossi: 
Compendio schematico di un argomento o di una materia, di una disciplina, di una scienza, di un periodo storico o letterario, ecc., fatta in modo che i dati si possano facilmente e rapidamente trovare o confrontare tra loro.
Con riferimento ai tre Vangeli sinottici, la sinossi evangelica è la pubblicazione nella quale i luoghi paralleli degli stessi Vangeli sono stampati su tre colonne affiancate.

Sottona: 
è una persona che sta sotto, cioè con poco carattere, con poca personalità, che non prende molto iniziativa. Eè molto remissiva e accetta i comandi altrui.

Trash: 
si dice di prodotto di comunicazione di massa televisivo, cinematografico, letterario o altro che riflette un gusto scadente, volgare, di bassa qualità.
Per estensione, di pessimo gusto, con la tendenza al cattivo gusto.
In informatica trash è il cestino sul desktop.

Upgrade: 
Aggiornamento di un sistema informatico o di un programma.
Nel linguaggio comune si dice anche “ho fatto l’upgrade” per dire che si è passati ad una condizione migliore.

Utopia: 
Quanto costituisce l’oggetto di un’aspirazione ideale non suscettibile di realizzazione pratica. Un’utopìa è un assetto politico, sociale e religioso che non trova riscontro nella realtà; un modello immaginario di un governo, di un sistema, di una società ideale in cui tutti vivono in perfetta armonia.
La parola utopia definisce in pratica un ideale irrealizzabile o un progetto inattuabile.

Zimbello: 
Il suo significato letterale è: uccello vivo da richiamo usato nell’uccellagione con le tese per attirare gli uccelli liberi di passo negli appostamenti.
Nel linguaggio comune la parola zimbello ha assunto il significato di oggetto di scherno: lo zimbello è una persona di cui tutti ridono.
Es. lo zimbello del gruppo.

Da non perdere



Significato dei colori

Guarda anche



seminare_zizzania

Perchè si dice seminare zizzania?

La zizzania conosciuta anche come loglio (nome scientifico Lolium temulentum) è una pianta erbacea che nasce nei campi di grano, ...
Leggi Tutto
fare_la_scarpetta

Perchè si dice fare la scarpetta?

L'espressione fare la scarpetta sembra che sia nata nell’Italia meridionale. L'origine di questo modo di dire non è certa: - vi ...
Leggi Tutto
essere-al-verde

Perchè si dice essere al verde?

A volte i modi di dire sono proprio strani!Il verde, lo sanno tutti, è il colore della speranza, oltre ad ...
Leggi Tutto
prendere_un_granchio

Perchè si dice prendere un granchio?

Hai mai sentito l'espressione "ho preso un granchio" ?Ebbene, molto spesso non significa che qualcuno è andato a caccia di ...
Leggi Tutto
venerdi_13_porta_sfortuna

Perchè si dice che il venerdì 13 porti sfortuna?

Se sei superstizioso certamente crederai alla storia che il venerdì 13 è un giorno particolarmente sfortunato, nel quale la miglior ...
Leggi Tutto
mangiare_la_foglia

Perchè si dice mangiare la foglia?

Ti è mai capitato di sentire l'espressione "mangiare la foglia"? Vediamo cosa significa. La locuzione mangiare la foglia si usa ...
Leggi Tutto
superstizione_passare_sotto_una_scala

Perchè si crede che passare sotto una scala porti sfortuna?

Le credenze popolari legate alla sfortuna sono davvero molte. Abbiamo già affrontato la questione parlando della superstizione legata ai 7 anni di ...
Leggi Tutto
limonare

Perchè si dice limonare?

Limonare è un verbo che esiste solo nella lingua italiana e sta ad indicare il cosiddetto bacio alla francese. Ma perché ...
Leggi Tutto
giorni_della_merla

Perchè si chiamano i giorni della merla?

L'origine dell' espressione "i giorni della merla" non è ben chiara. Nel 1740 il medico e ricercatore toscano Sebastiano Pauli ...
Leggi Tutto
italia

Da dove deriva il nome Italia?

L'etimologia del nome Italia è stata oggetto di ricostruzioni non soltanto da parte di linguisti, ma anche di storici, tradizionalmente attenti alla questione; non ...
Leggi Tutto



Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •