Differenza tra serial killer e mass murder

Certamente avrai già sentito parlare di serial killer, ma sai cos’è o meglio, chi è, un mass murder?

Serial Killer

Il termine serial killer è divenuto tristemente noto per via dei numerosi omicidi che sono stati perpetrati da questi soggetti.
I serial killer agiscono con una logica strettamente personale, ovvero studiano le loro vittime e le scelgono tra centinaia di persone sulla base di determinate caratteristiche (es. il sesso, il tipo di vita che conducono, ecc.).
Si tratta quindi di delitti studiati nei minimi dettagli, in quanto la vittima risponde esattamente ai requisiti richiesti dall’assassino.

A differenza dei killer, il serial killer è un assassino seriale, dunque quando uccide segue una serie, un rito o un ciclo. Uccide solitamente per motivazioni personali, appagamento, piacere e soddisfazione.

Di conseguenza il serial killer non si limita ad una vittima, ma continua nella sua opera di morte fino a quando non viene fermato.
Tra i più celebri serial killer realmente esistiti ricordiamo Jack lo squartatore, serial killer effettivamente vissuto nel 1888 a Londra, e Unabomber, serial killer statunitense il cui vero nome era Theodore Kaczynski.

Anche in Italia non è mancata la figura del serial killer nella nostra cronaca nera. Tra i più sanguinari possiamo ricordare “il mostro di Firenze” e Donato Bilancia.
Tra i serial killer di fantasia più celebri invece ricordiamo Hannibal Lecter de Il silenzio degli innocenti e John Doe, serial killer del thriller Seven.

Mass murder

Accanto ai serial killer vi è un’altra categoria di assassini che operano con una logica molto meno scrupolosa, anzi del tutto casuale: sono i mass murder.
Come il termine stesso ci fa intuire, si tratta di assassini di massa, ovvero di persone che decidono di uccidere per il solo gusto di farlo, senza che vi sia alcun tipo di legame tra loro e le loro vittime (questo accade ad esempio quando qualche studente americano si sveglia e decide di fare una strage nel proprio istituto uccidendo a caso decine di innocenti).

Conclusioni

Serial killers e mass murders operano in modo differente l’uno dall’altro.
I primi cercano e uccidono sempre un certo tipo di soggetti, normalmente uno alla volta e, generalmente, non si fermano finchè non vengono presi o uccisi a loro volta.
I mass murders, invece, uccidono più persone per volta solo per rabbia, per sfogo o per bisogno.
Generalmente le loro vittime sono accomunate solo dal fatto di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato.



0 0 vote
Article Rating
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
,
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments