Differenza tra grana e parmigiano

Principali caratteristiche del Parmigiano Reggiano

Il Parmigiano Reggiano è un formaggio DOP (ovvero a Denominazione di Origine Protetta).
Le sue caratteristiche distintive sono:

  • E’ prodotto solo in una determinata area geografica dell’Emilia Romagna;
  • si utilizza latte (contenente circa il 2.4% di grasso) proveniente da vacche allevate con una dieta a base di solo foraggio verde e fieno di prato;
  • E’ stagionato per 18-24 mesi (ma può arrivare fino a 36). Con la stagionatura, il Parmigiano acquista un sapore più gustoso e saporito.

Il Parmigiano è considerato uno dei più buoni formaggi al mondo ed è considerato a livello internazionale come un simbolo del gusto italiano.

Una curiosità sul nome

Il nome “Parmigiano Reggiano” deriva dalle due città emiliane Parma e Reggio Emilia che si contendevano il nome del prodotto caseario.

Principali caratteristiche del Grana Padano

Il Grana Padano è anch’esso un formaggio DOP ma presenta alcune differenze con il Parmigiano.

Caratteristiche del Grana Padano:

  • è prodotto con un latte più magro proveniente da vacche allevate con cereali e mangime secco (tecnicamente sono insilati di mais, ovvero un trito dell’intera pianta dei cereali);
  • la stagionatura del Grana è di 15 mesi circa, il che lo fa risultare un formaggio meno gustoso e saporito rispetto al Parmigiano.

Tutte le differenze

Sia il Parmigiano Reggiano che il Grana Padano sono formaggi DOP; ciò che li differenzia è:

  • Il Parmigiano Reggiano è prodotto senza l’aggiunta di alcun additivo, neppure quelli di origine naturale.
    Il Grana Padano utilizza invece il Lisozima, proteina estratta dall’albume delle uova di gallina per controllare la fermentazione del clostridium tyrobutyricum.
  • Nel Parmigiano Reggiano i foraggi per l’alimentazione della mucche sono esclusivamente fieni ed erba (erba medica e prato stabile), senza l’uso di foraggi insilati o fermentati.
    Nel Grana Padano è consentito anche l’uso di insilati di mais.
  • Il Parmigiano Reggiano raggiunge lunghe stagionature (24, 30 mesi e oltre) e il consumo si ha mediamente oltre i 24 mesi.
    Il Grana Padano viene marchiato a 9 mesi e il consumo medio è a 15 mesi.
  • I produttori di Parmigiano Reggiano hanno maggiori vincoli nella raccolta e nella conservazione del latte.
  • Nel Parmigiano Reggiano si utilizza esclusivamente il siero innesto naturale.
    Nel Grana Padano sono ammessi, con limitazione di 12 volte all’anno, anche batteri lattici isolati in laboratorio.
  • La zona di produzione del Parmigiano Reggiano è molto più circoscritta.
    Il Grana Padano può essere prodotto da allevamenti in 33 province fra Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia-Romagna e Trentino Alto Adige.
  • Il Parmigiano Reggiano è prodotto per il 20% in aree di montagna, mentre la produzione montana di Grana Padano equivale al 2% sul totale.

Fonte: http://www.gazzettadiparma.it/news/soldi/356670/Parmigiano-Reggiano-e-Grana-Padano-.html


Condividi
, , ,