Perché il mar rosso si chiama così?

Il mar rosso è una rinomata meta turistica, ma perché si chiama così?
La risposta va ricercata in un’alga, la Trichodesmium Erythraeum, che in alcuni periodi dell’anno, durante la riproduzione, si colora di rosso donando all’acqua il caratteristico colore.

Accanto a questa teoria ne esiste però un’altra di natura molto meno scientifica.
Secondo alcuni, il nome Mar Rosso viene dalle sfumature assunte dall’acqua quando, al tramonto, le rocce rossastre dei monti che avvolgono la Penisola del Sinai si riflettono nel mare sottostante. In effetti, il nome ebraico di queste montagne è Montagne Rubino.

Ma esiste anche un terza spiegazione: il nome deriverebbe semplicemente da un errore di traduzione dall’ebraico all’inglese. Il Mar Rosso, infatti, è il mare che Dio aprì per permettere al popolo ebraico di fuggire dall’Egitto.
In lingua originale ebraica, il Mar Rosso è chiamato yam suph, che gli inglesi traducono con “sea of reeds” cioè “mare di canne”. Però, in seguito ad un’errata traduzione il termine “reed” (canne) è diventato “red” (rosso), da cui Mar Rosso.


 

Condividi
, ,

Lascia una recensione

Commenta per primo!

avatar
  Subscribe  
Notificami