Matofobia

Il termine matofobia deriva dall’unione delle parole matematica e fobia. Perciò il suo significato è proprio paura della matematica o avversione per questa disciplina.
Chi per primo ha cercato di spiegare l’origine della fobia è il matematico sudafricano Seymour Papert. Papert ha affermato che tale fobia ha una natura sociale e si genera durante l’istruzione scolastica.

Come nasce la matofobia

Quando i bambini, che normalmente hanno una grande voglia di imparare, ricevono un’istruzione che non è in grado di valorizzare questa qualità, la “matofilia” cioè la passione per la matematica, si trasforma in “matofobia”, cioè avversione per questa materia.
Quando si genera questo meccanismo, la matematica diventa, da materia amata a materia da evitare come se fosse solo alla portata di determinate persone dotate di intelligenza superiore.


Potrebbe interessarti anche:

Condividi
, ,

Lascia una recensione

Commenta per primo!

avatar
  Subscribe  
Notificami