Perché il cielo è azzurro?

Tutti ci fermiamo a guardare il cielo, ma pochi si pongono questa domanda: ma perché è azzurro?

La luce del Sole, o meglio la radiazione solare, rappresenta l’insieme di onde elettromagnetiche che hanno lunghezze differenti e che interagiscono in modi diversi con gli elementi che incontrano durante il loro cammino verso la Terra, in particolare con l’atmosfera terrestre, che ha una struttura stratificata.

Per arrivare ai nostri occhi, le onde elettromagnetiche provenienti dal sole devono attraversare l’atmosfera terrestre che è composta per il 78% da azoto e per il 21% da ossigeno, mentre il restante 1% è composto da argon, acqua (in tutti e tre gli stati della materia), polveri, ceneri e sali.
Nel tentativo di passare oltre ai vari strati di atmosfera, la luce emessa dal Sole si scontra con queste componenti e viene assorbita o diffusa.

Quindi perché il cielo è azzurro?

Dalla fisica sappiamo che più la lunghezza dell’onda è minore, maggiore sarà la sua diffusione.
Quindi per tornare alla domanda, ecco cosa succede.

Diverse lunghezze delle onde elettromagnetiche

Le onde di colore rosso sono quelle più lunghe e per questo riescono ad  attraversare indisturbate tutti gli strati dell’atmosfera con tutte le particelle che contiene.
Le onde di colore blu, invece, sono più corte, e vengono diffuse in tutte le direzioni. Per questo motivo guardando il cielo, ci appare di colore blu.


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
, , ,

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami