Perché i fenicotteri sono rosa?

Quando nascono, i fenicotteri hanno un piumaggio che va dal grigio al rossastro. Come mai diventano rosa?

Certamente avrai sentito dire: “siamo ciò che mangiamo”. Ebbene più che mai questo adagio vale per i fenicotteri.
Infatti, il colore assunto dalle loro piume è dato proprio dalla loro alimentazione. Il responsabile di questo meraviglioso colore si chiama “Artemia salina” ed è un gamberetto nel cui esoscheletro vanno ad accumularsi i pigmenti di una particolare alga di cui si nutrono.
Dall’alga al gamberetto, dal gamberetto alla livrea del fenicottero, questo è il viaggio “alimentare” che compie il colore rosa. Una volta raggiunte le piume, il viaggio termina e in seguito alla muta stagionale delle piume, i fenicotteri perdono rapidamente colore, per riacquistarlo nel successivo ciclo.

Questo spiega anche perché vi può essere un diversa intensità di colorazione tra fenicottero e fenicottero: dipende da quanti crostacei ha mangiato. La tinta del loro piumaggio è perciò anche un indicatore del loro stato di salute: più il colore tende al bianco, più il fenicottero denota malnutrizione. Al contrario, quando le piume vanno dal rosa intenso al rosso, vuol dire che l’animale è in ottima forma.


Condividi
, , ,

Lascia una recensione

Commenta per primo!

avatar
  Subscribe  
Notificami