Perchè si dice che il venerdì 13 porti sfortuna?


Se sei superstizioso certamente crederai alla storia che il venerdì 13 è un giorno particolarmente sfortunato, nel quale la miglior cosa da fare è non fare nulla per evitare di dare modo alla sfortuna di colpirti.

Ma da dove viene questa superstizione?

Le possibili spiegazioni al perché si crede che venerdì 13 porta sfortuna sono davvero tante.
Vediamo quali sono.
Una risale alla mitologia scandinava: nella cultura di questo popolo c’erano 12 semidei; poi arrivò il tredicesimo, Loki, davvero crudele con gli uomini.
Da qui il 13, in quelle terre, è divenuto segno di malaugurio.

Altri legano la superstizione al fatto che nel giorno dell’Ultima Cena di Gesù c’erano 13 persone, ed il tredicesimo era Giuda.

L’associazione tra il numero 13 e la sfortuna ha origini anche più antiche: nel I secolo a.C lo storico greco Diodoro Siculo racconta che Filippo II (vissuto nel IV secolo a. C.), re di Macedonia e padre di Alessandro Magno, fu ucciso da una sua guardia del corpo. La sua morte fu la conseguenza di uno “sgarro” fatto agli dei per aver aver fatto mettere una propria statua accanto a quelle delle dodici divinità dell’Olimpo.

Ma c’è una teoria che farebbe risalire la “questione” del numero 13 addirittura alle deduzioni astrologiche assiro-babilonesi che consideravano il 12 un numero sacro perché facilmente divisibile, mentre il successivo, cioè il tredici un vero portasfortuna.

Perchè proprio il venerdì?

Quanto al perchè proprio il venerdì sia considerato sfortunato, ci sono altrettante teorie al riguardo.
La prima considera il venerdì un giorno infausto perché Cristo fu crocifisso proprio di venerdì.
Per i musulmani, invece, porta sfortuna perché è il giorno in cui Adamo ed Eva mangiarono il frutto proibito.

Nell’antica Roma, vi era l’usanza di distinguere tra giorni positivi e giorni negativi, ovvero fra dies fasti (in cui si poteva amministrare la giustizia) e dies nefasti.
Il martedì era uno dei giorni sfortunati perché dedicato a Marte, dio della discordia. Allo stesso modo, si credeva che i figli concepiti di venerdì avrebbero avuto una vita difficile e che gli anni bisestili che cominciavano di venerdì sarebbero stati catastrofici.

La superstizione del venerdì 13 nel mondo.

Nonostante le vere origini siano tutt’ora incerte, con il tempo questa credenza si è diffusa in gran parte del mondo facendo diventare il venerdì 13 giorno sfortunato per eccellenza in tutta Europa e America.

0 0 vote
Article Rating
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
, , , , ,
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments