10 motivi per cui vale la pena camminare

Camminare è un’attività estremamente versatile che, eccetto nel caso di qualche patologia particolare, può essere fatta davvero da tutti.
Se la parola camminare ti mette ansia sappi che è una attività assolutamente naturale e può essere svolta partendo da cose molto semplici come ad esempio ridurre il più possibile le uscite in automobile per gli spostamenti brevi.
Ma quali sono i principali benefici che ne derivano?


I 10 benefici della camminata

  1. Si riduce il rischio di diabete perché aumenta il metabolismo e l’utilizzo del glucosio, ma anche di malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e di patologie tumorali come il glaucoma, il tumore al seno e al colon.
  2. Le difese immunitarie sono più attive perché camminare trasforma la stanchezza mentale in stanchezza fisica e questo permette un riposo notturno migliore… e il riposo è fondamentale per il buon funzionamento del sistema immunitario.
  3. Si riduce il livello di stress grazie al rilascio di endorfine e al bilanciamento degli ormoni dello stress (il cortisolo) che vengono prodotti nel corso della giornata, migliorando la qualità e la regolarità del sonno.
  4. Previene le malattie cardiovascolari e l’ipertensione perché con l’attività fisica le cavità cardiache si allargano per accogliere maggiori quantità di sangue.
    Le pareti del cuore, essendo costituite da tessuto muscolare, si ispessiscono. Quindi il cuore, che è un muscolo, dunque più viene allenato, più si fortifica. Stesso discorso vale per l’intero sistema cardiocircolatorio, perché le pareti dei vasi diventano più elastiche.
  5. Fa bene ai polmoni perché aiuta a rinforzare i muscoli della cassa toracica permettendo un ampliamento dello spazio per i polmoni con conseguente riduzione della frequenza cardiaca.
    Per questo è importante camminare in zone caratterizzate da aria pura e non inquinata.
  6. Oltre alla muscolatura, aiuta anche a rafforzare il tessuto osseo perché favorisce il deposito dei sali di calcio.
  7. Aiuta a ridurre il livello di colesterolo “cattivo” (LDL) e, al contrario, aiuta ad aumentare quello “buono” (HDL) la cui produzione è stimolata dall’attività fisica.
  8. Aiuta a stimolare e normalizzare la funzionalità della tiroide: la camminata aiuta a risvegliare il metabolismo e stimola di conseguenza il lavoro della tiroide quando questa è troppo pigra.
  9. Aiuta a modellare la silhouette e ottenere una figura più armonica (attenzione, però, perché dire che “fa dimagrire” è un po’ azzardato!)
  10. Stimola la creatività e la produttività perché quando si cammina si libera la mente e ci si distrae, soprattutto se la passeggiata avviene all’aria aperta.

    In cosa si traduce tutto questo? Semplicemente in un miglioramento del nostro stato di benessere psico-fisico.
    Ti sembra poco?

Fonte: viveremeglio.ws

Guarda anche

Altri articoli in salute e benessere

Perché i piedi puzzano? Cause e rimedi

8 modi per avere denti bianchi in modo naturale

0 0 votes
Article Rating
Condividi
, ,
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments