Barzellette divertentissime

Abbiamo selezionato le 12 barzellette migliori di sempre.



 Una bella signora sui quarantacinque anni entra in un negozietto per grandi, si avvicina al commesso e gli chiede un vibratore.
Il commesso la conduce presso una vetrina di esposizione e la invita a scegliere per discrezione si allontana.
La signora osserva uno ad uno gli oggetti esposti e quando ha scelto chiama il commesso.
“Io avrei scelto” dice.
e il commesso: “Prego signora mi dica”.
Lei “vorrei quello color ocra, quello marrone lassù e quello rosso”
Il commesso ”Per quello ocra e quello marrone nessun problema sono nel retro, ma gentile signora l’estintore non è in vendita”.

 Un giorno arriva in Paradiso un signore, e tutto allegro fa amicizia con tutti, fino a quando vede un signore tutto infreddolito e gli chiede: “Ciao, tu di che cosa sei morto?”
– e quello risponde: “Io sono morto congelato, e tu di che cosa sei morto?”
– e l’altro risponde: “Eh, sapessi!!”
– incuriosito, il primo gli domanda:“Sei morto di cancro? Sei morto investito? O ucciso?”
– e lui: “No, no, sono morto di gioia!”
– e l’altro “Come sei morto di gioia? Spiegati meglio!”
– e lui “Sono tornato a casa dal lavoro e ho trovato mia moglie tutta nuda sul letto, allora ho cominciato a cercare l’amante, ho cercato sotto il letto, in bagno, in cucina, negli armadi e non ho trovato niente, allora sono morto di gioia!”
E l’altro: “Magari se aprivi il congelatore a quest’ora eravamo vivi tutti e due!!!”

 “Un bambino racconta alla mamma:
“Oggi mi trovavo in autobus con papà e mi ha detto di lasciare il mio posto ad una signora.”
– La madre risponde al bambino: “Molto bene, figliolo, avete fatto una buona azione.”
– Il bambino replica: “Ma mamma, io ero seduto sulle ginocchia di papà!”

 Er cavaliere bianco e er cavaliere nero fanno a duello, er cavaliere nero ammazza er cavaliere bianco.
Mo er cavaliere bianco c’aveva tre fii, tutti e tre sfidano er cavaliere nero, ma er cavaliere nero l’ammazza tutti e tre.
Mo sti tre fii c’avevano tre fii per uno; tutti e nove sfidano er cavaliere nero, ma er cavaliere nero l’ammazza tutti e nove.
Mo sti nove fii c’avevano tre fii per uno; tutti e ventisette sfidano er cavaliere nero, ma er cavaliere nero l’ammazza tutti e ventisette! Mo sti ventisette fii c’avevano tre fii per uno…”
“Va bene basta abbiamo capito, dicce la morale della storia…”
Lui : ” ok ok….la morale è che….AL CAVALIERE NERO NUN IE DEVI ROMPE ER CAZZOOOO!!!”
(Barzelletta raccontata da Gigi Proietti)

 Un maresciallo chiama un appuntato. Gli da due 5 euro e gli dice di comprargli un pacchetto di sigarette e un accendino. L’appuntato va in tabaccheria ma non torna.
Passano due ore e ancora non si fa vivo, così il maresciallo chiama un altro appuntato e gli dice:
– Tonì vai a vedere che sta facendo quello stupido tutto sto tempo.
Lui arriva dal tabaccaio e vede l’appuntato che guarda preoccupato i soldi. Gli si avvicina e gli chiede:
– Ma che è successo Franco?
– Statti zitto, ho fatto un guaio, ho dimenticato quali sono i 5 euro delle sigarette e i 5 euro dell’accendino!!
– E me lo vuoi chiedere a me, io che ne so, torniamo in caserma dal maresciallo  e chiediamo a lui.
I due tornano e spiegano l’accaduto al maresciallo. Il maresciallo urla incazzato nero:
– Voi siete due rincoglioniti, ma dove avete la testa? Tornate qua dopo quasi 3 ore a chiedermi quali sono i 5 euro delle sigarette e quali quelli dell’accendino? E io mica me lo ricordo più!!!



 Una mattina un carabiniere entra in caserma e trova il suo maresciallo molto afflitto.
“Maresciallo, ma che cosa è successo? Sembra disperato!”
“Lo sono, appuntato, lo sono. Stanotte è morto mio padre, era vecchio, ma gli volevo un gran bene…”
Il giorno dopo l’appuntato rientra nella stanza del maresciallo e lo trova ancora più disperato.
“Maresciallo, d’accordo, è una disgrazia, ma dovete farvi coraggio…”
“No appuntato, non potete capire, la disgrazia non è una, sono due! Ieri ho incontrato mio fratello e mi ha detto che è morto anche suo padre!”

 Sherlock Holmes e il dottor Watson si trovano in vacanza in un campeggio. Dopo una buona cena e un’ottima bottiglia di vino, si ritirano in tenda e si addormentano profondamente. Durante la notte Holmes si sveglia e scuote l’amico.
«Watson, guardate in alto nel cielo e ditemi cosa vedete!».
«Vedo milioni e milioni di stelle, Holmes».
«E cosa ne deducete?» chiede Holmes.
Watson riflette a lungo e poi replica: «Beh, da un punto di vista astronomico, questo mi fa pensare che ci sono nel cielo milioni di galassie e quindi, potenzialmente, miliardi di pianeti. Da un punto di vista astrologico, vedo che Saturno è in Leone. Da un punto di vista orario, se guardo la Luna, ne deduco che sono circa le 3:15. Da un punto di vista meteorologico, credo che domani avremo una bellissima giornata. Da un punto di vista teologico, mi fa capire che Dio è Infinita Potenza e che noi siamo solo una piccolissima e insignificante parte dell’Universo. Ma perché me lo chiedete? Cosa suggerisce a voi tutto questo?»
Holmes rimane un attimo in silenzio e poi esclama: «Watson, siete un idiota! Qualcuno ci ha rubato la tenda!»

 Un uomo attraversa un incrocio in macchina senza fermarsi allo stop. Subito viene fermato da una volante di polizia : -”Patente e libretto , prego ! Devo farle la multa perché non si è fermato allo stop!” E il guidatore cerca di giustificarsi : -”Ma no, guardi che non l’ho fatto apposta , e poi non c’era nessuno, non ho danneggiato nessuno? sia gentile !”
Il poliziotto riflette un attimo e poi dice : -”Vabbè! Visto che mi sta simpatico le do una possibilità di non prendere la multa: siccome io sono appassionato di indovinelli ne farò uno a lei e se mi risponderà correttamente non le farò la contravvenzione”.
”OK ci sto!”
“Allora siamo in una strada buia; ad un certo punto vede in lontananza due fari che illuminano la strada: secondo lei che può essere?”
”E beh?!? Che può essere ??!?? Una macchina!!!”
”Eeeh!! Una macchina!! Troppo Generico!! Può essere una FIAT una BMW, una Mercedes Mi dispiace ma devo farle la multa”
Allora il guidatore alquanto incavolato per la presa per i fondelli dice : -”Senta visto che è un appassionato di indovinelli se vuole ne posso fare uno io a lei !!!”
“Si, Si certo mi dica!!”
“Allo siamo in una strada buia e ad un certo punto vede qua e la dei fuocherelli nella notte: secondo lei che può essere ?”
”Eh!Eh! Facile! Prostitute!”
”Eeee! Prostitute! Troppo generico! Può essere tua madre, tua sorella…?”



 Il marito alla moglie: “Tesoro, bisogna cambiare casa. Ho appena scoperto che il portinaio è stato con tutte le donne del palazzo tranne una…”
“Sì, lo so” risponde la moglie “E’ quell’antipatica del terzo piano!”

 Una signora un po’ bruttina esce di casa in vestaglia e ciabatte per andare a gettare la spazzatura. Non appena vede il camion dell’immondizia corre per raggiungerlo e buttare il suo sacchetto. Arrivata vicino al mezzo, chiede allo spazzino:
“Sono in ritardo?”.
“No signora, salti pure su!”

 Due gemelli discorrono dentro la pancia della mamma:
– Andiamo a fare due passi?
– NO!
– Perché?
– Fuori fa molto freddo!.
– E tu come fai a saperlo?
– Non hai visto come era incappucciato quello che e’ appena entrato?

 Il nipote chiede alla nonna: “Mi racconti come era il nonno da giovane?”
E la nonna: “Ah… caro mio, tuo nonno era un grande sfaticato! Una volta gli ho chiesto di aggiustare il rubinetto e lui mi ha risposto – E che so’ io, un idraulico?
Un’altra volta gli ho chiesto di sistemare una mattonella e lui – E che so’ io, un muratore?
Poi però un giorno è tornato a casa e ha visto che era stata aggiustata la porta di casa, allora mi ha chiesto: Chi l’ha aggiustata?
E io gli ho detto: E’ venuto il figlio del portiere, ma non ha voluto soldi, mi ha chiesto se andavo a letto con lui o se gli facevo una torta.
“E tu nonna gli hai fatto una torta?”
“E che ero io, una pasticciera?!”



Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
, ,

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami