10 proverbi da non ricordare… e perchè

I proverbi sono quasi sempre il frutto della saggezza popolare e il risultato dell’esperienza.
Ma spesso non è proprio così. Vi sono infatti proverbi che non andrebbero né ricordati né applicati. Vediamo quali sono e perché.

I 10 proverbi da non ricordare

1. “Chi fa da se fa per tre”
Questo proverbio ci dice che siamo capaci di tutto e non abbiamo bisogno di nessuno. Chiedere aiuto equivale ad ammettere di aver bisogno degli altri, e nella logica di un superuomo questa è un umiliazione.

2. “Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”
Questo proverbio ci avvisa che c’è sempre del male nel prossimo. Ci dice stai attento perché ci rimetterai sempre se ti fiderai del tuo prossimo. A chi la pensa in questo modo (e dice di essere un credente) vogliamo ricordare che proprio la Bibbia ci comanda di non sospettare il male di alcuno senza motivo.

 3. “Chi si fa gli affari suoi campa cento anni”
Certamente non è bene curiosare nella vita e nella faccende altrui senza essere stato invitato a farlo, ma quando si tratta di prendersi cura di qualcuno o di aiutare il prossimo, questo proverbio è proprio l’antitesi del buon comportamento: la storia del buon samaritano ha molto da insegnarci in questo senso.

4. “Meglio un giorno da leone che cento da pecora”
Questo proverbio insegna a vivere una vita senza preoccuparsi in alcun modo né degli altri, né delle conseguenze della propria condotta.
Non porgere l’altra guancia, odia il tuo nemico, non indietreggiare, non ammettere alcuno sbaglio, fai vedere chi sei, dai una lezione a chi ti ostacola e calpesta chiunque se occorre, questo è l’assurdo insegnamento.

5. “Chi pecora si fa, il lupo se la mangia”
Anche questo proverbio punta l’accento sull’abito che dobbiamo indossare e sul carattere che dobbiamo avere: mai mite e mai pacifico per non diventare preda di qualcuno. Ma anche in questo caso (parlo ai “cristiani”) ci viene in aiuto la Scrittura che ci ricorda che porgere l’altra guancia è sempre la strategia giusta (agli occhi di Dio).
A chi ci vuole togliere la tunica, diamogli anche il mantello, a chi ci chiede un prestito diamo senza ridomandare, a chi ci chiede di fare un chilometro con lui, facciamone due.
Anche se le regole del mondo sono l’opposto degli insegnamenti cristiani, domandiamoci sempre: a chi devo piacere?

6.  “Meglio un uovo oggi che una gallina domani”
Le parole di questo proverbio ci dicono: pensa solo ad oggi piuttosto che anche al domani, non seminare perché l’attesa è troppo lunga e il raccolto improbabile, non essere in alcun modo lungimirante o parsimonioso.

7. “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”
In questo caso il proverbio lascia intuire che la festività più importante è quella in cui ci scambiamo i doni, non quella dove il vero dono è risorto.

8.  “Ogni lasciata è persa”
Questo proverbio guarda al sesso come un predatore guarda una preda da inseguire, catturare e consumare velocemente, prima che altri predatori si buttino sulla stessa.
In questo “gioco” non contano le persone ma solo i numeri. Dopo aver consumato un pasto, non rimane niente nel cuore del predatore che si prepara già a puntare un’altra preda.

9. “Chi nasce quadrato non può morire tondo”
Chi non crede in Dio non può comprendere l’immensità della sua grazia e della sua potenza e per questo crede che nessuno possa cambiare nella propria vita. Sei come sei e non cambierai mai – dice questo proverbio – fattene una ragione.
Ma la storia ci insegna che tutti possono cambiare quando c’è l’intervento di Dio, proprio come avvenne a Saulo da Tarso, divenuto poi Paolo, passato da persecutore dei cristiani ad apostolo d’eccellenza.

10.  “Gli ospiti sono come il pesce, dopo tre giorni puzzano”
Quest’ultimo proverbio ci dice: non rinunciare a te stesso, alla tua libertà e alle tua comodità.
Metti un limite alla tua ospitalità, perché non ne avrai alcun ritorno ad essere generoso!
E pensare che Gesù ha insegnato l’esatto contrario: “date senza ridomandare” e “inviate a casa vostra quelli che non possono sdebitarsi”… questo è quello che Dio vuole da noi.
Se impariamo a fare le cose unicamente per amore, senza aspettarci nulla in cambio, staremo facendo veramente la volontà di Dio.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
, ,

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami