Raccolta fondi online o crowfunding: ecco come fare

Nell’era di internet anche le raccolte fondi viaggiano in rete. Ecco come crearne una online.



Se ti dovesse capitare di avere un bella idea ma non avere i fondi… non gettare la spugna!
Quando i canali tradizionali ci chiudono le porte (le banche ad esempio) si può chiedere aiuto a persone normali attraverso le raccolte fondi (o crowfunding) online.
La parola crowfunding deriva infatti da crow – cioè folla – e funding – ovvero finanziamento, quindi è un tipo di finanziamento in cui tante persone motivate da un interesse comune o da una sensibilità verso una certa causa investono (spesso donano) piccole somme.
E quale mezzo migliore del web per far conoscere le proprie idee?

Da dove cominciare?

Naturalmente dall’idea.
Se hai un’idea o un progetto assicurati prima che sia attuabile. Una volta verificato questo non rimane che descriverlo in modo dettagliato ed esaustivo. E’ importante spiegare bene lo scopo della raccolta fondi ed il modo in cui verranno spesi i soldi raccolti.
A questo scopo si possono utilizzare facilmente i social media; Facebook e Twitter sono perfetti per far conoscere le proprie idee e ti mettono anche a disposizione degli strumenti per creare le tue personali raccolte fondi.
Il vantaggio non indifferente derivante dall’utilizzo di questi canali è il pubblico potenzialmente illimitato.

Tipi di crowfunding

Reward – Il donante viene motivato attraverso una ricompensa, di solito inferiore all’importo della donazione.
Donazione – Il finanziatore fa una donazione a tutti gli effetti senza ricevere nulla in cambio.
Lending – Questo modello prevede che le somme raccolte siano erogate sotto forma di prestiti (con tanto di interessi) a chi ne faccia richiesta. Si tratta quindi di una forma di intermediazione creditizia sottoposta alla normativa sul credito.
Equity – In questo modello gli investitori diventano partners finanziari delle imprese finanziate (ad esempio tramite azioni o quote di s.p.a. o s.r.l.)

Crowfunding immobiliare

Una particolare menzione merita il crowfunding immobiliare.
Si tratta in sostanza di partecipare all’acquisto o alla ristrutturazione di case e immobili in genere.
Il principio è molto semplice: da sola, una persona potrebbe non avere mai i soldi sufficienti per acquistare una casa; ma unendo le forze si può comprare e mettere a reddito un immobile molto facilmente.
In questo modo si possono generare redditi immobiliari molto facilmente con un impegno economico minimo.

Guarda anche



Aprire un negozio senza soldi

Come aprire un B&B

7 modi per pubblicizzare un’attività in proprio



Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
, , , , , , ,

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami