Aprire un negozio online

Con un negozio online, puoi diventare indipendente, senza dover neppure uscire di casa.

Prima di illustrarti nel dettaglio tutto ciò che devi e non devi fare se decidi di rincorrere questo sogno, voglio che tu apra innanzitutto gli occhi alla realtà. Avere un negozio online non è impossibile, neppure per chi non ha nessuna esperienza, ma devi essere disposto a lavorare sodo.
Sei fortemente motivato, sei disposto a rinunciare a molte ore di sonno per veder crescere il tuo negozio online? Allora prosegui nella lettura.



Cosa significa aprire un negozio online

Ho fatto quella premessa non per spaventarti, né per demotivarti, ma per una semplice ragione: negozio online significa avventurarsi in un mondo nel quale i tuoi concorrenti non sono più i negozianti del tuo quartiere, ma tutto (ma proprio tutto) il panorama dei negozi online di tutta la rete.
Comprendi perciò che si tratta di battersi contro una concorrenza agguerrita e globale, perchè internet è questo.
Ma se questo è il tuo sogno, allora ne vale davvero la pena.

Perché aprire un negozio online?

Alla luce di tutti questi potenziali svantaggi, ma perché dovresti voler aprire un’attività su internet? Le risposte probabilmente ce le hai già:

  • per il senso di libertà, che non ha prezzo.
    Con un negozio tradizionale (cioè su strada) lavori per te stesso, ma spesso finisci per vivere per il tuo negozio. Perché senza accorgertene ne diventi schiavo: non puoi assentarti (neppure per un minuto) a meno che non trovi una persona di fiducia che possa sostituirti, e sei obbligato (che tu lo voglia o meno) ad aprire ogni giorno il tuo negozio. Un negozio online, invece, ti permette di lavorare da casa, magari in pigiama davanti al tuo pc mentre sorseggi un buon caffè. E se non ne hai voglia, nessun problema, sbrigherai il lavoro in un secondo momento;
  • per i guadagni, più elevati che con un negozio tradizionale. Con un’attività online non dovrai preoccuparti di cercare un bel locale su strada (tuttalpiù ti occorrerà un magazzino non aperto al pubblico), non avrai spese di ristrutturazione o tasse sull’insegna. Non avrai bisogno di commessi o collaboratori, non dovrai munirti di registratore di cassa.
  • per le potenzialità:
    – un negozio online è aperto 24 ore su 24 7 giorni su 7 e lavora per te anche mentre tu dormi o ti dedichi al tuo hobby;
    – un pò per mancanza di tempo, un po’ per risparmiare, ma sono sempre di più coloro che acquistano su internet. E questo trend è destinato a crescere fino al punto che un giorno (forse) i piccoli negozi di quartiere scompariranno del tutto;
    – con un tradizionale negozio su strada puoi certamente aspettarti di avere dei clienti, ma mai oltre quelli che possono passare davanti al tuo negozio!! (è chiaro questo aspetto, vero?). Con un negozio online invece, tutti ma proprio tutti coloro che hanno accesso ad internet possono essere tuoi potenziali clienti. Comprendi questa enorme differenza?

Tre straordinari vantaggi che fanno apparire quasi insignificanti i sacrifici che comunque questa attività comporta.

Cosa fare prima di aprire un negozio online



Scegli il settore merceologico

E’ evidente che la prima cosa da fare è decidere il settore merceologico in cui desideri iniziare la tua avventura. Su questo aspetto, non voglio indirizzarti in alcun modo perché molto dipende dalla tua vocazione e dai tuoi interessi.
Considera però che molti prodotti, per il loro basso valore intrinseco, non si prestano ad essere commercializzati online e quindi spediti. Altri prodotti potrebbero essere troppo fragili, altri sono deperibili, altri troppo voluminosi. E’ per questo che lascio a te la decisione circa il tipo di prodotto che intendi vendere.
Come consiglio personale, ma è solo un consiglio, io eviterei sicuramente tutto ciò che è elettronico, ovvero smartwatch, smarthphone, iPhone, tablet, iPad, computers, ecc. E’ vero, sono prodotti con un mercato a livello mondiale e sempre crescente, ma il rischio di rottura o di malfunzionamento è sempre molto elevato e questo ti esporrebbe a problemi con le garanzie, restituzione dei prodotti, eventuali rimborsi, ecc. Tutte cose con le quali tu certamente non vuoi avere a che fare.
Infine, nella scelta del prodotto che vuoi vendere, considera anche che alcune merci potrebbero avere un mercato piuttosto ristretto rispetto ad altre (sia in termini di numero di clienti, che in termini di ampiezza territoriale del mercato), limitando il tuo potenziale giro d’affari.

Rivolgiti ad un commercialista

Dopo aver scelto il tuo settore merceologico è il momento di parlare con un commercialista. Quest’ultimo di guiderà nell’apertura della partita iva (oggi lo può fare lui al posto tuo in pochi minuti), nella scelta del regime giuridico (ditta individuale, snc, srl, ecc), nella scelta del regime fiscale (alcune figure giuridiche possono godere di un regime fiscale agevolato per alcuni anni). Poi ti illustrerà come emettere fattura da allegare alla spedizione.

Apri un conto Paypal

Paypal è ormai la più diffusa forma di pagamento online ed è indispensabile che tu la inserisca nel tuo negozio tra i metodi di pagamento consentiti. Paypal è sicuro sia per l’acquirente che per il venditore.
Per aprire un conto paypal devi possedere una carta prepagata (anche non paypal, va bene anche una postepay ad esempio) o un conto corrente (bancario o postale).
Paypal è un conto online gratuito che si apre facilmente in pochi minuti. Maggiori info vai su Paypal.it

Cerca i fornitori

L’ultimo step prima di avviare ufficialmente il tuo nuovo negozio online è cercare i fornitori.
A meno che tu non sia anche produttore di ciò che intendi commercializzare, hai bisogno di chi ti fornisca la merce. In questo caso, infatti, non passerà mai un rappresentante dal tuo negozio per proporti i suoi articoli ma devi reperirli tu. La cosa migliore da fare in questo caso è cercare su internet grossisti o produttori di ciò che intendi vendere.

E’ giunto il momento di aprire ufficialmente il tuo negozio online



Finalmente è giunto il momento di concretizzare sogni e progetti.
Hai deciso quale sarà il tuo settore, hai contattato un commercialista, ed hai trovato i prodotti. Non ti resta che aprire un sito web e-commerce.
In rete ci sono molte offerte, valutale una per una per vedere quella che fa al caso tuo. Si tratta comunque di pacchetti che possono arrivare a costare alcune centinaia di euro.
Il mio consiglio: scegli un provider che ti offra anche un site builder incluso, ovvero un programma che ti permette di creare, modificare e pubblicare le pagine web del tuo negozio senza avere competenze da webmaster.
Inoltre valuta tutte le funzionalità del pacchetto per il futuro negozio, come ad esempio, la possibilità di inserire facilmente nuovi prodotti in vendita, aggiornare le quantità, stampare le etichette di spedizione, stabilire un periodo promozionale, offrire dei coupon fedeltà ed altro ancora.

Cosa fare dopo aver aperto un negozio online

E arrivato il momento di pubblicizzare la tua nuova attività.
La strada migliore è certamente tramite internet. A questo scopo puoi utilizzare AdWords, ovvero la risorsa di Google con cui pubblicizzare il tuo sito online pagando pochi centesimi per ogni click che ricevi, oppure uno dei tanti gestori similari.
Di tutto il lavoro svolto fino a questo momento, la pubblicità è sicuramente il più importante, perché è il vero mezzo che farà decollare il tuo negozio (pensa ad eBay o ad Amazon).
Ultimi consigli finali: mantieni il sito aggiornato, mantieni i prodotti aggiornati, per ogni prodotto inserisci più di una foto, usa descrizioni chiare ed esaurienti, dai la possibilità ai clienti di contattarti per avere informazioni o per la soluzione di un problema, rispondi tempestivamente alle email (che non significa entro 5 minuti ma almeno in giornata), inserisci un recapito telefonico.
Così facendo riuscirai nel compito più importante: acquistare la fiducia della tua clientela e fidelizzarla.

Leggi anche: come aprire un negozio senza soldi

Condividi
, ,