Fiore di loto

La specie Nelumbo lutea (Willd.) è originaria dell’America centro-meridionale, ma viene coltivata anche nel Nord America da tempo immemorabile dai nativi per il consumo alimentare dei semi e dei rizomi.
La Nelumbo nucifera (Gaertn.) è una specie rustica originaria dell’Asia e dell’Australia, nota volgarmente col nome di Fior di loto asiatico. È una pianta acquatica a crescita rapidissima, tipica di stagni e invasi con acque stagnanti o quasi prive di corrente, profondi 5–50 cm ed oltre, fino a 250–300 cm.

Caratteristiche

Le foglie raggiungono un diametro di 1 metro e oltre. Sono alte da 80 cm a oltre 1 m. Le foglie del Fior di loto hanno una struttura superficiale particolare che le rende estremamente idrofobiche e le mantiene costantemente pulite. Tale proprietà, che con la nanotecnologia si cerca di riprodurre per altri materiali quali tessuti e vernici, è chiamata effetto loto.
Il fiore è composto da più di 20 petali di colori che vanno dal rosa scuro al bianco, il profumo è inebriante.

Altra peculiarità è la longevità del seme. Nel 1951, nella regione Kemigawa, nella Prefettura di Chiba (Giappone), furono scoperti dal professor Ohga tre semi di loto risalenti a oltre duemila anni fa. I semi furono piantati e da allora il “Loto Ohga”, “il fiore più antico del mondo”, continua a fiorire.
Fonte Wikipedia


0 0 votes
Article Rating
Condividi
, , , , , ,
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments