Google Chrome si schiera contro le pubblicità invasive

Sarà capitato anche a te di entrare in un sito e trovarti di fronte ad un muro di annunci pubblicitari, annunci rollover e finestre pop-up che in pochi secondi bloccano il telefono o il desktop.
Bene, questa triste esperienza sta per diventare solo un ricordo, perché la nuova versione di Chrome integra un filtro che blocca automaticamente gli annunci più invasivi sia sui desktop che sui dispositivi mobili.

Gli standard, naturalmente, non li stabilisce Chrome, ma una ben nota organizzazione, la COALITION for BETTER ADS.  Questa organizzazione ha individuato 12 tipologie di annunci che possono creare esperienze negative per il navigatore.

Google Chrome, dunque, per ottemperare al quanto stabilito da Betterads.org bloccherà sui siti desktop gli annunci pop-up, gli annunci video con riproduzione automatica, gli annunci visualizzati ancora prima che il contenuto venga caricato e quelli non rimovibili di grandi dimensioni (cosiddetti appiccicosi).
Sui dispositivi mobili il blocco sarà ancora più aggressivo: nella foto mostrata più sopra, infatti, sono 8 le tipologie di annunci che sono sotto il mirino: annunci pop-up, annunci visualizzati prima del caricamento della pagina, annunci che occupano più del 30% dello schermo, annunci animati lampeggianti, annunci video con riproduzione automatica, annunci con conto alla rovescia, annunci a schermo intero e annunci che rimangono fissi a fondo pagina impedendo la visualizzazione ottimale del contenuto della pagina.


Inoltre, i proprietari dei siti web potrebbero riscontrare delle limitazioni se la densità degli annunci in rapporto ai contenuti risulta eccessiva: quindi non solo quali annunci ma anche quanti.

Condividi
, ,

Lascia una recensione

Commenta per primo!

avatar
  Subscribe  
Notificami